Allerta meteo: piogge e freddo dal Centro al Sud, nubifragi in arrivo

Tra lunedì 7 novembre e martedì 8 novembre del 2016 in Italia è attesa un’ondata diffusa di maltempo che, dopo aver colpito il Nord del nostro Paese, in queste ore si sta spostando nel Centro Italia ed in particolare nelle zone colpite dal terremoto. Dopodiché il maltempo nella notte tra lunedì 7 e martedì 8 novembre del 2016 inizierà ad interessare pure le regioni del Sud Italia con il rischio di temporali e di nubifragi.

Allerta meteo, piogge e freddo dal Centro al Sud, nubifragi in arrivo

In particolare, dall’Alto Adige alla Regione Sardegna, e passando per la Toscana, ora il maltempo si sta spostando nelle Regioni centrali del nostro Paese portando pioggia e venti forti a fronte di un repentino crollo delle temperature e di possibili temporali e nubifragi. Nell’area dell’Appennino che è stata colpita dal terremoto i venti potranno spirare anche fino a 100 chilometri orari, mentre il calo delle temperature sarà in media pari a 4-5 gradi ma con punte di ribasso in alcune zone, specie al Sud nella notte tra lunedì e martedì, fino a 10 gradi.

In condizioni di allerta maltempo si raccomanda come sempre di consultare le previsioni meteo relative alla zona in cui ci si trova, e di rimanere possibilmente a casa nelle ore in cui si registra il picco della perturbazione. Per chi invece non dovesse trovarsi a casa, in condizioni di maltempo è necessario rimanere sempre lontani dai viali alberati e di evitare tutte quelle zone che sono esposte al forte vento. Così come è necessario rimanere lontani dai corsi d’acqua a piedi come alla guida di autoveicoli procedendo a bassa velocità al fine di evitare sbandamenti mettendo a rischio l’incolumità propria e quella altrui. Inoltre, nelle zone costiere a causa del forte vento potrebbero registrarsi delle mareggiate, ragion per cui è bene evitare sempre di sostare, in auto come a piedi oppure con la moto o in bicicletta, sui moli e sui pontili.

ISCRIVITI al Canale Telegram per ricevere le NOTIZIE : ISCRIVITI

Comments (No)

Leave a Reply