Tre ragioni per cui il cambio EUR/USD potrebbe ancora calare

  • La valuta comune trova difficoltà a guadagnare all’aumentare delle tensioni tra Stati Uniti e Cina.
  • I mercati stanno scontando l’insuccesso dei colloqui per trovare una coalizione in Italia – che sono tutt’altro che certi.
  • Il cambio EUR/USD ha subito un calo e ha perso il 50-SMA sul grafico a quattro ore.

I report suggeriscono che la Cina trova più difficile fidarsi del presidente degli Stati Uniti Donald Trump – e che il cambio EUR/USD stranamente non riesce a guadagnare grazie a tali notizie.

1) Il cambio EUR/USD non riesce a guadagnare dopo i problemi USA-Cina

Bloomberg ha riferito che le ultime affermazioni di Trump secondo cui “la Cina ha chiamato” hanno sorpreso Pechino e hanno profondamente sfiduciato i mercati a credere che la Cina possa raggiungere un accordo con questo presidente. Mentre la seconda più grande economia del mondo continua a parlare con la più grande, la Cina si sta “preparando al peggio” secondo questi report.

Precedenti battute d’arresto nelle relazioni tra Stati Uniti e Cina hanno spinto gli investitori alla sicurezza delle obbligazioni statunitensi, il che implica una maggiore possibilità di riduzioni dei tassi e di svalutazione del dollaro. Il cambio EUR/USD è aumentato venerdì quando entrambe le economie hanno annunciato nuove tariffe.

Tuttavia, il cambio EUR/USD non è riuscito a raccogliere i benefici che ci si aspettava dall’ultima discussione. I mercati stanno gradualmente prendendo coscienza del fatto che queste guerre commerciali hanno anche un effetto dannoso sulla Germania, che dipende fortemente dalle esportazioni verso la Cina.

Quando una valuta non riesce ad apprezzarsi su buone notizie, potrebbe cadere in modo significativo quando si verificano cattive notizie.

2) Eccessivo ottimismo italiano?

Il Movimento a 5 Stelle italiano e il Partito Democratico stanno cercando di stipulare un accordo per formare un nuovo governo – e il tempo passa. Il tempo del presidente Sergio Mattarella per la formazione di una coalizione di lunga durata termina oggi.

Il Partito Democratico ha concordato la permanenza dell’attuale Primo Ministro Giuseppe Conte e, secondo gli ultimi rapporti di Roma, i partiti si stanno scontrando sul ruolo del leader dei 5 stelle Luigi Di Maio.

Una simile coalizione sarebbe più amichevole per l’UE di quella uscente che includeva la Lega. L’Italia è la terza più grande economia della zona euro e presenta un elevato debito pubblico.

Tuttavia, i negoziati di successo della coalizione hanno già un prezzo – e ci si può solo aspettare un deprezzamento dell’euro nel caso in cui gli italiani vadano alle urne – con Salvini sicuro vincitore.

3) Analisi tecnica EUR/USD – persa la SMA 50

Il cambio EUR/USD è sceso al di sotto della Media Mobile Semplice 50 (SMA 50) nel grafico a quattro ore – dopo non essere riuscito a superare le SMA 100 e 200 all’inizio di questa settimana. Il momento positivo sta calando. Tutto sommato, tutto si sta muovendo contro questo cambio.

Il supporto immediato attende a 1,1084, il minimo giornaliero. Il prossimo cuscinetto è a 1,1050, che è stato il punto più basso della scorsa settimana. È seguito da 1,1027, il minimo del 2019. Successivamente, troviamo 1,1000 e 1,0960.

La resistenza attende a 1,1115, la chiusura di Martedì e della scorsa settimana. È seguita da 1,1130, che è stata una linea di supporto temporanea quando il cambio EUR/USD era a livelli più elevati. Il massimo di venerdì di 1,1165 è la successiva resistenza.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Disclaimer: metanews.it è un sito web con finalità informative e didattiche ed i contenuti presenti non rappresentano ne un consiglio di investimento ne devono essere intesi come sollecito alla raccolta di pubblico risparmio. Anche eventuali strumenti finanziari presenti nel sito web sono solo a scopo informativo e didattico. Inoltre i CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in breve tempo a causa alla leva. Tra il 66 % e l'89% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD. Dovresti quindi considerare i rischi di perdita di soldi. Inoltre le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Comments (No)

Leave a Reply

Come iniziare con BitcoinScopri di più