Come e dove aprire un Conto Estero Online

Come e dove aprire un Conto Estero Online

Dove conviene aprire un conto estero online

Per i cittadini italiani esistono alcuni Paesi in cui risulta essere più conveniente aprire un conto corrente rispetto agli altri. Questa soluzione viene preferita rispetto alla sottoscrizione di un prodotto bancario italiano perché diventa possibile usufruire di rendimenti e condizioni contrattuali migliori.

Non esistono limitazioni in base alla legge nazionale ed europea per avere un conto corrente estero, tuttavia è necessario riportare l’ammontare delle somme depositate nella propria dichiarazione dei redditi annuale. Le condizioni contrattuali proposte variano in base all’istituto di credito estero e al tipo di conto corrente prescelto.

Proprio per questo motivo è bene comparare le varie offerte per verificare quali siano le migliori a seconda delle proprie esigenze e dei servizi erogati. La soluzione migliore e più diffusa consiste nell’optare per un conto estero online.

Infatti questa modalità risulta essere più vantaggiosa e più facile da sottoscrivere perché la documentazione da presentare alla banca è minima. In secondo luogo l’utente può gestire il conto e monitorare il saldo e i movimenti tramite il servizio internet banking.

Di conseguenza non risente in alcun modo del fatto che il deposito sia stato aperto all’estero. Inoltre la semplificazione nelle procedure di gestione consente di proporre questi prodotti a costi molto convenienti. Mentre gli istituti bancari dei Paesi applicano tassi di rendimento abbastanza elevati per attirare i capitali, per ragioni di sicurezza si tende a privilegiare i conti correnti esteri online dell’Unione Europea.

Da un lato i tassi di rendimento sono poco superiori a quelli italiani, dall’altro la legislazione applicata è molto simile e la valuta utilizzata è l’euro. Ciò comporta un minore livello di rischio. Infine si ricorda che vengono sempre più apprezzate le carte conto: si tratta di carte prepagate ricaricabili emesse da una banca e che integrano un codice IBAN personale.

In questo modo permettono di eseguire la maggior parte delle operazioni e delle funzioni di un normale conto corrente. Gestibili completamente online grazie alle apposite app, la loro erogazione non è subordinata a controlli di solidità finanziaria e di reddito dimostrabile come accade invece per le carte di credito e i conti correnti.

Leggi anche  Migliori Conti Correnti Online 2019: Costi, Recensioni e Opinioni

Di conseguenza possono essere richieste con successo anche dai soggetti protestati, considerati cattivi pagatori oppure che hanno subito il pignoramento del conto. Queste carte prepagate garantiscono una funzionalità nei limiti del deposito, quindi è bene verificare cosa prevedono le condizioni contrattuali per quanto riguarda il plafond, le commissioni per le ricariche, le limitazioni giornaliere e mensili di spesa e di prelievo.

La carta prepagata Viabuy

carta prepagata viabuy

Un’altra carta conto molto diffusa in Europa e in Italia è Viabuy. A differenza delle altre soluzioni del settore, può essere ricaricata anche usando i Bitcoin. Di conseguenza rappresenta un prodotto utile per i soggetti che investono nelle criptovalute.

Come la carta prepagata N26, Viabuy integra un codice IBAN personale e appartiene al circuito Mastercard. Così è possibile effettuare pagamenti e prelievi in tutto il mondo. Tutte le operazioni eseguite tramite il servizio internet banking sono gratuite; per questo si può ricaricare gratuitamente la carta con bonifico o usando un’altra carta prepagata.

È previsto un costo di emissione di 69,90 euro e i limiti di prelievo e di spesa sono 2.400 euro al giorno. Il canone annuale è 19,90 euro, mentre il plafond ammonta a 50.000 euro.

La carta prepagata N26

carta prepagata n26

Una delle carte conto più diffuse e apprezzate è N26, emessa dall’omonima banca tedesca. Prevede l’esenzione della tassa da bollo per i depositi inferiori a 5.000 euro ed è a canone zero. Viene gestita completamente tramite smartphone come se fosse un normale conto correte online.

Consente di supportare l’operatività quotidiana degli utenti perché integra la possibilità di effettuare pagamenti e acquisti sia online che presso i negozi fisici appartenenti al circuito Mastercard e di inviare e ricevere bonifici, sia nazionali che internazionali.

Al tempo stesso si possono disporre l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle utenze domestiche e si possono effettuare prelievi di contante sia in Italia che all’estero da qualsiasi sportello ATM.

Il prelievo può avvenire anche in una valuta diversa dall’euro: in quest’ultimo caso si applica una commissione a operazione pari all’1,7% dell’importo. Invece i prelievi in euro sono gratuiti e non sono poste limitazioni al numero di operazioni effettuabili. Altri elementi da tenere in considerazione sono:

Leggi anche  Carta Prepagata N26: Costi, Limiti, Recensioni ed Opinioni

– tramite l’app è possibile modificare i limiti di prelievo e di pagamento, così da personalizzare la carta conto. Inoltre si possono consultare i movimenti e l’estratto conto in qualunque momento;

– la carta prepagata N26 integra la tecnologia 3D Secure (Mastercard SecurCode). In questo modo si innalzano i livelli di sicurezza per quanto riguarda le transazioni online. Inoltre il titolare della carta riceve una notifica via e-mail oppure via SMS ogni volta che un’operazione viene eseguita;

– non sono previste spese di apertura;

– la carta prepagata N26 integra la funzionalità MoneyBeam per inviare e ricevere denaro in tempo reale;

– la carta conto supporta Apple Pay. In questo modo il pagamento nei negozi può avvenire anche usando il proprio dispositivo Apple come carta di debito. Dopo aver collegato la carta N26 allo smartphone, è sufficiente avvicinarlo al POS e tenerlo in posizione fino a quando non viene emesso un segnale acustico che segnala l’avvenuta transazione. La tecnologia Apple Pay è compatibile anche con il browser Safari: così può essere utilizzata per disporre acquisti online;

– la carta conto N26 è contactless. Di conseguenza non è necessario inserire lo strumento di pagamento nel POS, ma basta semplicemente avvicinarlo. Il PIN di sicurezza deve essere digitato soltanto nel caso di acquisti e pagamenti che superano i 25 euro;

– le ricariche possono avvenire online, tramite bonifico, usando un’atra altra prepagata oppure allo sportello ATM. Ad eccezione dell’ultima opzione, non sono previste commissioni.

Comments (No)

Leave a Reply

Come iniziare con BitcoinScopri di più