Craig Wright: il Falso Satoshi Nakamoto!?

Durante un evento al “Block-Chaining the Future Summit” tenutosi a Taipei, Taiwan, il sedicente Satoshi Nakamoto, Craig Wright e il co-fondatore di Bitcoin Gold, Jack Liao, hanno avuto uno scontro tanto che Wright ha lasciato la stanza , al grido di “Faketoshi” di Liao.

Nel corso dell’incontro, Wright è stato interrogato perché i partecipanti hanno ritenuto vago che si chiamasse Satoshi Nakamoto.

Infatti, prima che Wright lo interrompesse, Liao stava spiegando, in cinese, che il modo più semplice per determinare chi afferma di essere Satoshi è in realtà la matematica e, in generale, il protocollo Bitcoin, perché quella persona avrebbe alcune chiavi private per dimostrarlo.

Quando Liao stava facendo la sua presentazione, Wright lo interruppe, esortandolo a parlare in inglese: “… facciamolo in inglese, o lascerò la conferenza”, disse, a cui Liao rispose con un forte “zitto” ! “, Invitandolo a non interromperlo, perché aveva rispettato il suo diritto di parlare.

Wright ha affermato di essere stato invitato alla conferenza, Liao ha risposto che anche lui e, perdendo un po ‘di pazienza, Wright ha chiesto al pubblico: “Chi volete? Me o lui in questa conferenza?

PIATTAFORMA LEGALE IN ITALIA PER BITCOIN: CLICCA QUI

Dopo questo scontro Wright ha lasciato la conferenza, ed il co-fondatore di Bitcoin Gold ha emesso un forte “Goodbye!, Faketoshi!“. Dopo che Wright lasciò la stanza, Liao continuò:

Tutti noi che siamo seduti qui possiamo essere Satoshi Nakamoto, perché non ci sono prove che tu non lo sia. Nessuno può conoscere la chiave privata. Dato che nessuno può fornire la chiave privata, chiunque può dire che è Satoshi Nakamoto (…) è semplice dimostrare che sei Satoshi Nakamoto, devi solo mostrare la tua chiave privata (…) Craig Wright è un falso Satoshi ed è estremamente arrogante.

Liao ha definito l’incidente come un “insulto” e ha aggiunto che Wright è una vergogna per l’Australia – il paese da cui è nativo – e per la comunità dei bitcoiner.

E non è la prima volta che Wright è coinvolto in una controversia simile per affermare (fino ad ora, senza prove conclusive) che è Satoshi Nakamoto, l’autore del White Paper originale di Bitcoin.

Secondo quanto pubblicato ad aprile dal ricercatore Peter R. Rizun di Bitcoin Unlimited, Wright ha persino commesso un plagio accademico. Attraverso il suo account sul social network Twitter, Rizun ha esposto parte del suo plagio, definendolo “un truffatore“.

In precedenza, inoltre, aveva già avuto un attrito con un altro personaggio riconosciuto dell’ecosistema, il russo Vitalik Buterin.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply