Google aggiunge Ethereum su BigQuery

MOUNTAIN VIEW, CA/USA – FEBRUARY 1, 2014: Exterior view of a Google’s Googleplex Corporate headquarters. Google is an American multinational corporation specializing in Internet-related services and products.

Gigante della ricerca su Internet (e molto altro) Google ha aggiunto ethereum alla sua piattaforma BigQuery per l’analisi dei big data.

Nell’annuncio di un post sul blog di sabato, la società ha affermato che, mentre esiste un’API per le funzioni di uso comune come il controllo dello stato delle transazioni o dei saldi di portafoglio, non è così facile accedere a tutti i dati memorizzati sulla blockchain di ethereum.

Il post continua a dire che “forse ancora più importante,” l’API non consente di visualizzare i dati blockchain “in aggregato”.

Puntando il nuovo servizio per fornire più di una finestra Big Data in ethereum, Google ha detto:

“Una visualizzazione come questa … è utile per prendere decisioni di business, come dare priorità ai miglioramenti dell’architettura Ethereum stessa, agli aggiustamenti del bilancio (quanto può essere veloce un portafoglio riequilibrato?).”

Il sistema software che Google ha costruito sulla sua piattaforma Cloud fa molte cose: sincronizza la blockchain ethereum con i computer che eseguono Parity; estrae quotidianamente dati dal registro ethereum, inclusi i risultati delle transazioni con contratti intelligenti; e “de-normalizza e memorizza i dati partizionati della data in BigQuery per un’esplorazione facile ed economica”.

In alcuni esempi del perché l’aggiunta potrebbe essere utile e / o interessante per gli utenti, Google presenta diversi esempi, mostrando che, per uno, CryptoKitties (un gioco di crittografia da collezione) ha di gran lunga le più numerose transazioni di contratto intelligenti ERC-721 sul rete ethereum. Aggiunge inoltre una visualizzazione per “pedigree” di account che possiedono più di 10 CryptoKitties:

Un secondo esempio esamina i dati del progetto di token ERC-20 OmiseGo, con una visualizzazione che mostra come i destinatari dei token sono aumentati il ​​13 settembre 2017, mentre i mittenti no. La spiegazione? L’ondata ha segnato il lancio di gettoni del progetto OmiseGo alla sua comunità.

I dati della rete bitcoin sono stati aggiunti a BigQuery all’inizio di quest’anno, secondo il post.

Chiunque sia interessato a utilizzare il nuovo servizio di Google può già usare i dati di ethereum in Kaggle.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply