Governo Conte: al vaglio le pensioni di cittadinanza e il taglio dei vitalizi

Dopo le turbolente settimane che hanno visto protagonisti il movimento 5 stelle di Di Maio e la lega di Matteo Salvini, il neonato Governo Conte presenta il pugno duro sulle prime linee guida fondamentali per il cambiamento italiano.

In prima linea, il taglio dei vitalizi e delle pensioni d’oro, a confermalo è stato il nuovo ministro dello sviluppo economico e vicepremier del governo “gialloverde” Luigi Di Maio.

Il Vicepremier ha anche confermato i provvedimenti futuri riguardanti il reddito di cittadinanza che verrà presentato al più presto in parlamento insieme alla riforma pensionistica che potrebbe prevedere la possibilità di andare in pensione intorno ai 57-58 anni, strategia che fornirebbe spazio di esecuzione per nuovi posti di lavoro per i giovani disoccupati italiani ed un’età pensionabile più accessibile per tutti i lavoratori con 35 anni di contributi.

Il tema più scottante presentato dal governo “giallo-verde” è quello sulla gestione dell’immigrazione poiché il neo-ministro dell’interno, Matteo Salvini, ha annunciato guerra contro il traffico di migranti, dichiarando in maniera abbastanza ferma in un tweet che “la pacchia dei migranti è finita” e che i tagli sulle spese per l’accoglienza non tarderanno ad arrivare.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply