Scroll to Top

Incendi in Campania : minaccia per la costiera amalfitana

By Mariagrazia Montuori / Published on mercoledì, 19 Lug 2017 01:04 AM / No Comments / 82 views

Il Vesuvio brucia ormai da giorni. La Campania è piegata dagli innumerevoli roghi che ogni giorno vengono appiccati.

Il Vesuvio sembra quasi in eruzione! I paesi vesuviani (soprattutto le cittadine di Ottaviano,Torre del Greco ed Ercolano) stanno vivendo ormai da giorni una situazione davvero drastica: fumo e cenere hanno invaso le strade rendendo la vita impraticabile. Il Parco Nazionale del Vesuvio è stato duramente colpito dai roghi e i danni provocati dalle fiamme sono inimmaginabili.

L’ allarme roghi si è ora esteso anche alla Costiera Amalfitana.

La grave minaccia dei roghi colpisce un po tutte le regioni del Sud Italia, ma quest anno la regione Campania sembra proprio non riuscire più a gestire la situazione. La minaccia si è infatti estesa ora anche alla Costiera Amalfitana, patrimonio inestimabile della regione campana. L’ allarme è scattato a causa di un incendio divampato nelle scorse ore in una scarpata fra Conca de’ Marini e Furore, proprio a ridosso della strada statale 163 “Amalfitana” .

incendi

L’ ANAS ha perciò predisposto la chiusura al traffico della strada statale 163 .

La strada “Amalfitana” sarà infatti chiusa alla circolazione dei veicoli tra il km 24,100 ed il 24,400, nel territorio comunale di Conca dei Marini, in provincia di Salerno. La riapertura della strada avverrà a seguito delle opportune verifiche che assicureranno l’ idoneità al traffico, l’ agibilità e la sicurezza del tratto stradale che è stato interessato dal rogo . La strada verrà perciò messa in sicurezza e liberata da un qualsiasi eventuale pericolo di frana.

L’incendio ha inoltre colpito la vegetazione e la componente paesaggistica di questa famosa strada. La strada statale 163 è una delle strade simbolo della costiera amalfitana. La ricca vegetazione faceva inoltre non solo da cornice ma anche da componente principale per contrastare i ricorrenti rischi frana. Nel frattempo è stato ovviamente predisposto un itinerario alternativo per garantire l’accesso ai paesi costieri attraverso l’autostrada A3 e le sue varie arterie che collegano la costiera amalfitana alla penisola sorrentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *