La dura vita degli imprenditori italiani

Lasciare in pace gli imprenditori italiani“, questo è uno dei motti più altisonanti del nuovo governo nato dalla fusione tra movimento 5 stelle e lega.

A portare avanti la teoria “dell’inferno degli imprenditori” è il viceministro Luigi Di Maio che ha incontrato dei rappresentati degli imprenditori di una nota associazione che a gran voce hanno richiesto la riduzione della pressione fiscale italiana.

Di Maio ha dichiarato che è ora di mettere fine alle leggi anti evasione che hanno portato sul lastrico migliaia di imprenditori del territorio, la vita imprenditoriale è divenuta un inferno.

Il vicepremier in seguito ha preferito dare delle risposte attraverso una diretta su Facebook in cui ha comunicato il suo pensiero secondo il quale per creare posti di lavoro e far rifiorire le attività imprenditoriali italiane bisogna lasciare in pace quest’ultime.

Nel nuovo contratto di governo stipulato tra movimento 5 stelle e lega vi è un vero e proprio condono per la chiusura delle molteplici cartelle esattoriali che hanno messo in ginocchio l’economia italiana, basterebbe infatti versare una quota forfettaria che si aggirerebbe tra il 6% ed il 25% a patto di constatare con prove inconfutabili le difficoltà economiche della propria azienda e/o attività.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Articoli Sponsorizzati Storytelling a scopo pubblicitario (Il tuo capitale è a rischio) (Il tuo capitale è a rischio) Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply