LocalBitcoins Trader “Bitcoin Maven” condannato ad un anno di prigione

Un commerciante di bitcoin di Los Angeles è stato condannato lunedì a un anno in una prigione federale dopo aver ammesso di aver gestito un’attività di trasmissione di denaro illegale.

Theresa Tetley, ex agente di borsa e investitore immobiliare con sede in California, è stata multata di $ 20.000 e cederà 40 bitcoin (un importo di circa $ 254.000), quasi $ 300.000 in contanti e 25 lingotti d’oro assortiti, secondo un comunicato del Dipartimento degli Stati Uniti di giustizia.

Come riportato in precedenza da CoinDesk, Tetley ha lavorato come trader sulla piattaforma di scambio di LocalBitcoins sotto il nome di “Bitcoin Maven” tra il 2014 e il 2017 e, a quanto riferito, ha scambiato milioni di dollari di crittografia in quel periodo.

La condanna di un anno – più un giorno – è inferiore ai 30 mesi in cui Tetley si trovava potenzialmente di fronte al progredire del processo di condanna. Rappresenta una vittoria per Tetley, i cui avvocati hanno cercato una pena detentiva di un anno.

Brian Klein, uno degli avvocati di Tetley, ha definito il risultato “una vittoria”, secondo il Los Angeles Times, in quanto la pena è stata inferiore ai 30 mesi.

Il caso di Tetley è considerato il primo del suo genere nel distretto centrale della California, ma altre cause negli ultimi due anni hanno preso di mira gli operatori statunitensi che hanno utilizzato la piattaforma LocalBitcoins.

In un caso a partire dal 2017, un commerciante di bitcoin e suo padre sono stati accusati di gestire un’attività di servizi di denaro illegale, con conseguente condanna a nove anni per Michael Lord.

Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply