NOIPA login e area riservata, come accedere ai servizi online

Noipa Login

Che cos’è NoiPa

NoiPA è il sistema informatico che da ottobre 2012 risulta essere il portale di riferimento per tutte le operazioni relative alla gestione e consultazione degli stipendi del personale della pubblica amministrazione.

Elaborato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze consente di elaborare, consultare e liquidare i cedolini dello stipendio. Al tempo stesso i dipendenti della pubblica amministrazione possono accedere e modificare, attraverso il sito, i propri documenti personali.

Come funziona Noipa

Attraverso il portale NoiPA è possibile accedere ai servizi messi a disposizione dal Ministero delle Finanze che fanno riferimento a due ambiti:

  • ridurre le procedure burocratiche, convogliando sul sito tutti i dati relativi alla retribuzione dei dipendenti della pubblica amministrazione. In questo modo ogni utente registrato può accedere alla propria pagina personale e verificare la propria situazione senza dover presentare domanda a un ufficio preposto;
  • garantire ai dipendenti della pubblica amministrazione uno strumento diretto, utile e snello per effettuare una ricerca autonoma e poter trovare le risposte a qualunque dubbio sulla propria situazione, consultando i cedolini.

In secondo luogo i dipendenti pubblici possono accedere a vari documenti riguardanti la propria posizione lavorativa attraverso la sezione Documenti personali. Qui sono archiviati:

  • i cedolini di ogni stipendio mensile, comprensivi anche delle ritenute e degli altri dettagli sulla retribuzione;
  • cartellino delle presenze di ogni mese;
  • modello 730 fino al 2013;
  • certificazione unica relativa all’ultimo anno d’imposta;
  • contratti scuola, dove sono riepilogati i versamenti INPS e i contratti del personale supplente con contratto a tempo determinato.

Come fare l’accesso all’Area Riservata

Per poter usufruire dei servizi messi a disposizione dal portale NoiPA bisogna accedere all’area riservata dopo aver effettuato la registrazione e aver completato tutti i passaggi.

Innanzitutto occorre confermare le credenziali (numero di telefono per le comunicazioni, indirizzo e-mail, password e PIN personale) per poi cliccare sul pulsante Entra in alto a destra. Nella pagina che si apre si devono inserire, all’interno degli appositi campi, il proprio codice fiscale e la password collegata.

Quando ci si registra al portale si deve comunicare in precedenza al RID (Responsabile dell’Identificazione del Dipendente) del proprio ufficio di servizio oppure al responsabile dell’amministrazione l’indirizzo e-mail e il numero di telefono che saranno inseriti come modalità di contatto.

Sarà il responsabile a inserire questi dati nel sistema. Durante la fase di registrazione si riceve un’e-mail di conferma contenente il link per la convalida dei dati da parte della casella di posta no-reply.NoiPA@tesoro.it.

Nella finestra che si apre si può inserire e confermare il proprio codice fiscale e, quindi, la domanda segreta per il recupero della password. Inoltre nell’e-mail di conferma si trova la password provvisoria per l’accesso da cambiare con un codice di minimo 8 caratteri alfanumerici, di cui almeno uno speciale e uno numerico. Si ricorda che durante la registrazione si deve confermare anche il proprio numero di telefono inserendo nell’apposito campo il codice ricevuto via SMS.

Nel caso in cui si inserisca un codice errato, occorre confermare di nuovo il numero di telefono attraverso la sezione Modifica Dati dopo aver eseguito il login sul portale NoiPA. In questo modo si riceve via SMS un nuovo codice per poter proseguire la procedura di autenticazione. Invece bisogna rivolgersi al proprio responsabile dell’identificazione se si perde il codice.

Come accedere ai servizi online e al cedolino dello stipendio

Per accedere ai servizi online del portale NoiPa è necessario inserire il proprio PIN identificativo. Si tratta di un codice che consente di identificare in maniera univoca il profilo utente e quindi consente di avere un elevato livello di sicurezza.

Una volta confermati il numero di telefono, l’e-mail e il codice fiscale e terminata la procedura per il cambio della password si riceve il codice PIN. La ricezione può avvenire per posta elettronica oppure via SMS. Il PIN permette di usufruire in maniera autonoma di vari servizi, come:

  • inserire variazioni di domicilio oppure residenza fiscale;
  • presentare domanda per un piccolo prestito INPS;
  • accedere al Modello 730 online;
  • richiedere una modifica nella modalità di riscossione dello stipendio;
  • accedere alla previdenza complementare;
  • consultare il cartellino mensile delle presenze;
  • presentare domanda di ferie;
  • presentare detrazioni per familiari a carico.

Al tempo stesso ogni dipendente della pubblica amministrazione può consultare il cedolino NoiPA in formato elettronico perché il portale calcola con cadenza mensile le retribuzioni fisse e accessorie in maniera autonoma e automatica. Si tratta di una sezione dalla struttura standard alla quale si può accedere attraverso il menù generale Amministrato.

Si deve selezionare la voce Documenti Disponibili e quindi cliccare sulla sezione Archivio Cedolini, dove sono catalogati tutti i cedolini dello stipendio elaborati dalla pubblica amministrazione e liquidati al dipendente nel corso degli ultimi 14 mesi del rapporto di lavoro.

I documenti sono in formato PDF e possono essere salvati sul proprio PC o stampati. Si ricorda che la pubblicazione avviene entro il 23 del mese ma con tempistiche differenti in base alla provincia di riferimento.

Il cedolino è composto da due pagine, una riepilogativa e una dettagliata. Nello specifico la prima pagina comprende l’intestazione (ID cedolino e rata di riferimento), l’area informativa (dati anagrafici del dipendente, informazioni relative all’ente di appartenenza, l’inquadramento e la posizione economica del lavoratore, la cassa previdenziale, gli estremi di pagamento e il dettaglio delle detrazioni) e i dati di riepilogo delle retribuzione. Questi ultimi comprendono:

  • ritenute fiscali e previdenziali;
  • stipendio base e competenze fisse;
  • competenze accessorie;
  • conguagli fiscali e previdenziali.

Inoltre si evidenziano il quinto dello stipendio cedibile, i totali lordi e netti, l’IRPEF dell’anno corrente e di quello precedente, i codici bidimensionali necessari per certificare il cedolino e gli importi progressivi. Invece nella seconda pagina vengono elaborati in maniera sintetica i dati della prima pagina e inseriti alcuni dettagli aggiuntivi.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply