Scroll to Top

“Ponte delle Catene di Fornoli”, uno dei luoghi più belli da visitare

By Nicoletta Fortunata Dammone Sessa / Published on martedì, 06 Giu 2017 15:37 PM / No Comments / 151 views

Se vi trovate a passare da Lucca, non potete non visitare lo spettacolare Ponte delle Catene di Fornoli.

Uno dei luoghi da visitare è certamente Lucca, luogo di cultura e conservatore di meraviglie materiali e immateriali. Il Ponte delle Catene si trova a Fornoli. Probabilmente non è un “monumento” molto rinominato eppure la sua bellezza è indescrivibile. Il Ponte delle Catene, in relazione alla propria struttura, somiglia molto al ponte di Budapest e a quello di Brooklyn. Le sue dimensioni non sono importanti ma il suo aspetto è ugualmente maestoso. Vi basterà calpestarlo per essere catapultati all’interno di una favola, circondati da principi e principesse!

Il Ponte delle Catene di Fornoli fu realizzato intorno al 1840. La costruzione fu commissionata dal Duca di Lucca Carlo Ludovico di Borbone e progettato da Lorenzo Nottolini.  Storicamente permetteva di attraversare il fiume Lima e la sua costruzione fu quasi obbligatoria dato che quello precedente crollò a causa della piena. Purtroppo, durante la seconda guerra mondiale, la struttura fu minata dai tedeschi in ritirata nel 1944. I danni interessarono la parte calpestatile e solo a guerra conclusa fu restaurato e inaugurato nuovamente nel 1953. Oggi il ponte gode di ottime condizioni dato il recente restauro ovvero, nel 2003.

Vi consiglio vivamente di visitare questa meraviglia che Lucca conserva con cura. Il Ponte delle Catene di Fornoli ad oggi è uno dei ponti, ancora esistenti, più antichi d’Europa. Inoltre è anche uno dei primi ponti d’Italia a godere di una struttura sospesa e curata in ogni minuzioso dettaglio artistico e architettonico.

Proprio per questo motivo il Ponte delle Catene di Fornoli, insieme a molte altre meraviglie di Lucca, merita di essere metà di uno dei vostri viaggi turistici e culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *