Regolamentazione Criptovalute in Brasile

La co-fondatrice di ICOBox Daria Generalova sullo scenario attuale del mercato delle criptovalute in Brasile

Dopo un lungo periodo di attesa, il principale e più grande broker di investimento del Brasile, XP Investimentos lancerà uno scambio di Bitcoin ed Ethereum nei prossimi mesi.

Oggi, circa 3 milioni di brasiliani hanno un’esposizione a Bitcoin. Il mercato azionario tradizionale è di circa 600 mila. È stato questo potenziale che ha portato la società a investire nella nicchia delle criptovalute.

Un giorno prima di questo annuncio, il CADE (Consiglio Amministrativo per la Difesa Economica) ha accettato le pressioni di ABCB – Associazione Brasiliana di Criptovalute e Blockchain accettando le loro denunce.

Ciò ha comportato l’apertura di un procedimento amministrativo per la determinazione di presunti abusi di potere da parte di istituti bancari brasiliani nella chiusura di conti commerciali e società collegate al commercio e operazioni con Bitcoin e criptovalute in Brasile. Almeno due associazioni industriali sono state create nel paese in risposta alle decisioni prese dalle banche considerate arbitrarie dagli imprenditori.

E a causa della sfiducia generata dall’attuale incertezza politica nel paese, diversi investitori brasiliani hanno scommesso sulle criptovalute come un rifugio per le loro risorse finanziarie.

Questo perché le criptovalute sono al di fuori del cosiddetto rischio del Brasile. Cioè, le cripto non soffrono tanto delle relazioni interne di causa-effetto causate dalla vicinanza alle elezioni presidenziali come il tasso di cambio del dollaro, per esempio.

Inoltre, nella stessa settimana, la Securities and Exchange Commission ha autorizzato investimenti indiretti in criptovalute attraverso acquisizioni di derivati ​​e quote di fondi dall’estero. Ciò significa che, in pratica, una persona potrebbe acquistare azioni in un fondo, ad esempio, che avevano il 60% di Bitcoin, il 20% di Ethereum e il 20% di Litecoin.

Questo fondo amministrerebbe i soldi  come un fondo azionario. Nell’autorizzazione, la Securities and Exchange Commission raccomanda anche che il modo più appropriato sia di effettuare gli investimenti attraverso exchange che dovrebbero essere presentate, secondo il testo, “alla supervisione delle agenzie regolatorie che hanno il potere di reprimere tali pratiche illegali”.

Tali eventi rafforzano fortemente la possibilità che una possibile regolamentazione del mercato delle cripto in Brasile possa verificarsi a metà del 2019 dopo la disputa elettorale. Questi eventi ci dicono che gli imprenditori hanno cercato il loro spazio, il mercato ha mostrato che le criptovalute sono redditizie e scalabili, e le agenzie pubbliche sostengono che i passaggi per la regolamentazione potrebbero essere lenti, ma graduali e potenzialmente sicuri.

Biografia di Daria Generalova

Uno dei fondatori di ICOBox e uno specialista di marketing, PR e comunicazione con oltre 10 anni di esperienza. Grazie alla vasta esperienza nel marketing, dalla gestione degli eventi allo sviluppo del marchio e della strategia di marketing, ha completato con successo un’ampia varietà di campagne di marketing. Dopo aver iniziato a collaborare con l’industria della blockchain quasi due anni fa, ha lavorato come consulente per Argon Group e ha contribuito a lanciare la piattaforma ICO Cryptonomos. Relatore a numerose conferenze internazionali in fintech e blockchain, tra cui Money2020, Consensus, CoinAgenda negli Stati Uniti, World Blockchain Forum a Londra, Blockchain Labo a Tokyo e altri.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Articoli Sponsorizzati Storytelling a scopo pubblicitario (Il tuo capitale è a rischio) (Il tuo capitale è a rischio) Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply