Scroll to Top

Roma fa il pieno di visitatori, città eterna dal fascino irresistibile

By Redazione / Published on lunedì, 04 Dic 2017 18:34 PM / No Comments / 122 views

Nonostante il pesante debito pregresso che incide sulla gestione della città da parte dell’Amministrazione comunale, Roma è e rimane una delle città preferite dai turisti italiani e soprattutto da quelli stranieri che, per gli spostamenti, possono peraltro avvantaggiarsi dei servizi ncc roma , ovverosia di quelli offerti dal noleggio auto con conducente.

Turismo a Roma, arrivi a +3% nei primi nove mesi del 2017

Nei primi nove mesi del 2017, infatti, a Roma i visitatori hanno superato i 10 milioni, per la precisione 10.810.158 in accordo con i dati che sono stati forniti dall’Ente bilaterale territoriale turismo della Regione Lazio (Ebtl). Questo significa che nella Capitale, anno su anno, nei primi tre trimestri del 2017 c’è stata una crescita degli arrivi del 3% con i turisti che, nel farsi quattro conti sul calcolo tariffa per spostarsi, molto spesso optano per ncc roma come sopra accennato.

Roma può ulteriormente migliorare questi numeri nel 2018 con politiche sul turismo che vadano a prolungare il soggiorno dei visitatori. Rispetto al passato, infatti, è sempre più in voga il cosiddetto turismo ‘mordi e fuggi’ che, tra l’altro, è trainato non solo dai voli aerei low cost, ma pure del modello Airbnb che innesca la locazione di alloggi e di camere per periodi molto brevi.

Le vacanze mordi e fuggi, tra l’altro, come rovescio della medaglia, in alcune grandi città stanno generando un vero e proprio problema di convivenza tra i turisti ed i residenti che vedono le vacanze brevi come una sorta di turismo selvaggio. E’ il caso, per esempio, di Barcellona ma anche di città italiane come Venezia al punto che si stanno studiando soluzioni per il contenimento dei flussi turistici nei canali della laguna.

Pure a Roma sono allo studio misure contro il turismo di massa a partire dall’introduzione di restrizioni e di divieti ai pullman che giornalmente a centinaia arrivano di prima mattina nella Capitale per poi magari ripartire la sera. Al riguardo si punta da un lato a vietare l’accesso nelle zone a traffico limitato (Zlt), e dall’altro ad aumentare sensibilmente il costi di accesso dei bus turistici a fronte dell’abolizione dell’abbonamento annuale che peraltro annovera molti morosi.

Nel disincentivare il turismo mordi e fuggi, nello stesso tempo l’obiettivo a Roma è quello di sfruttare le risorse legate agli aumenti sopra citati per investire ad esempio in flotte ecologiche e per garantire un trasporto pubblico più efficiente attraverso il monitoraggio del traffico pesante ed anche con una stretta contro ogni violazione ed abusivismo. E questo perché il turismo mordi e fuggi genera bassi ricavi per singolo turista visto che spesso, ad esempio, non porta a pernottamenti negli hotel, negli alberghi e nei bed and breakfast. Non a caso attualmente a Roma, in media, un turista per visitare la città si ferma per appena tre giorni a conferma di un turismo che è troppo ‘veloce’, e che non permette a conti fatti di vivere la città eterna come merita.

Se questo articolo ti è piaciuto continua a seguirci su metanews.it , sulla nostra pagina di facebook e iscriviti al nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *