Scroll to Top

Ryanair : novità per bagaglio a mano

By Mariagrazia Montuori / Published on mercoledì, 06 Set 2017 15:48 PM / No Comments / 147 views

Ryanair, la compagnia aerea irlandese low cost , ha appena annunciato importanti novità per i viaggiatori per quanto riguarda il bagaglio a mano.

Attraverso un comunicato, l’azienda ha reso noto infatti che, a partire dal primo novembre 2017, per i clienti Non Prioritari, non sarà più possibile trasportare due bagagli a mano in cabina. Per questa tipologia di viaggiatori, a partire dall’autunno, sarà invece possibile portare in cabina un solo bagaglio (il più leggero). Il secondo bagaglio a mano, se di peso inferiore ai 20 kg, verrà imbarcato al gate di imbarco senza costi aggiuntivi. La compagnia Ryanair spiega che si tratta di una scelta necessaria, con lo scopo di ridurre rallentamenti e ritardi che sempre più spesso si vengono a creare al momento dell’imbarco, a causa dello spazio ridotto della cabina che non riesce ad ospitare i bagagli di tutti i viaggiatori a bordo.

Da novembre quindi soltanto i clienti Priority Boarding (tra cui Plus, Flexi Plus e Family Plus) saranno autorizzati a portare due bagagli a mano a bordo di un volo Ryanair. E’ possibile acquistare l’imbarco Prioritario sia al momento della prenotazione (al costo di soli 5 euro) oppure aggiungerlo fino ad un’ora prima della partenza al costo di 6 euro.

ryanair

Inoltre Ryanair, per evitare che i viaggiatori portino in cabina un numero eccessivo di bagagli a mano, ha anche aumentato la franchigia del bagaglio registrato da 15 kg a 20 kg, diminuendo contemporaneamente la tariffa standard per il bagaglio registrato che passerà da 35 euro a 25 euro. Si tratta di una manovra che porterà alla compagnia low cost una perdita di circa 50 milioni di euro all’anno, ma nonostante ciò Ryanair è certa che in questo modo incoraggerà molti più clienti a considerare l’acquisto del bagaglio registrato. In questo modo la compagnia assicurerà quindi un volo più veloce e tranquillo, aumentando allo stesso tempo anche le entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *