Satispay è conveniente? Ecco le Opinioni

Cos’è Satispay?

Satispay è un’applicazione per l’e-payment realizzata da tre giovani della provincia di Cuneo, Samuele Pinta, Dario Brignone e Alberto Dalmasso. Mentre Dario Brignone è un informatico, l’ultimo è laureato in Economia e attualmente ricopre la posizione di CEO della strat-up.

Questi tre amici appassionati di sport ebbero l’idea di sviluppare un’applicazione per rendere più facili e veloci i pagamenti nelle palestre ed evitare l’uso delle monetine. Satispay rappresenta quindi una creazione nata dall’unione delle capacità dei suoi fondatori. Si tratta di un’app fintech, cioè applicata alla finanza. Al giorno d’oggi questa start-up ha registrato un notevole successo e conta un elevato numero di aziende partner. Proprio per questo motivo viene valutata oltre 66 milioni di euro.

Il funzionamento di questa applicazione è molto semplice: è sufficiente scaricarla sul proprio smartphone oppure su un altro dispositivo mobile per poter autorizzare pagamenti di vario genere sia online che nei negozi fisici convenzionati.

Di conseguenza rappresenta una valida soluzione alternativa alle carte di credito, di debito e prepagate. Una volta effettuato il download di Satispay, bisogna iscriversi gratuitamente sul sito internet ufficiale della start-up compilando l’apposito form. Oltre ai propri dati personali, è necessario allegare una copia del proprio codice fiscale e di un documento di identità (patente, carta d’identità oppure passaporto) in corso di validità. Inoltre si deve indicare il codice IBAN del conto corrente che si vuole abbinare all’app.

Si ricorda che il download dell’applicazione può essere effettuato su tutti i dispositivi che hanno come sistema operativo Android, Apple oppure Windows Phone. Dopo aver completato la fase di registrazione, il personale addetto dell’azienda esegue i controlli di rito per verificare l’identità del nuovo utente. Sono necessari pochi giorni per poter attivare il profilo.

Come funziona Satispay

L’app Satispay si caratterizza per avere un funzionamento davvero intuitivo e semplice, sfruttando per le transazioni le modalità applicate ai servizi di messaggistica istantanea, ad esempio Messenger oppure Whatsapp. Per garantire un elevato livello di sicurezza sono stati introdotti alcune particolari caratteristiche tecniche, come:

– il collegamento diretto dell’app con il proprio IBAN bancario. In questo modo si evita il rischio di codici rubati e si assicura una protezione che le normali carte di credito non hanno;

– l’accesso all’area riservata dove si dispongono e si confermano le transazioni e gli acquisti avviene soltanto digitando un codice personale di autenticazione. Quindi è impossibile che un ladro possa trasferire i denaro anche dopo il furto dello smartphone;

– il profilo utente non può essere duplicato e si può usare soltanto sul device (preferibilmente uno smartphone) dove è stato creato dopo il download dell’app;

– viene fissato un limite al budget settimanale fruibile dall’utente. La somma massima spendibile durante quest’arco di tempo è pari a 200 euro, tuttavia è possibile modificare l’importo dalle impostazioni del proprio profilo utente. Di conseguenza si personalizza l’uso dell’app in base alle esigenze personali.

Un aspetto da considerare è il fatto che Satispay risulta una soluzione multifunzione perché può essere utilizzata in un’ampia gamma di occasioni, come:

– fare acquisti negli esercizi affiliati. Tra questi ci sono sia singoli negozi che catene della grande distribuzione, ad esempio Coop ed Esselunga. Inoltre si ricordano marchi famosi, come Benetton, TotalErg e Mychef;

– effettuare pagamenti online;

– pagare bollettini della pubblica amministrazione (multe e bolli) e le tasse universitarie accedendo alla modalità PagoPA;

– effettuare raccolte fondi, donazioni e trasferimenti di denaro con gli altri utenti che hanno scaricato l’applicazione;

– poter effettuare facilmente la divisione del conto finale quando l’acquisto riguarda più persone;

– usufruire della modalità cashback. Si tratta di una promozione che interessa gli esercenti affiliati a Satispay. Questi soggetti possono decidere di mettere in promozione in un determinato giorno uno o più prodotti venduti al’interno del loro negozio o e-commerce, indicando a piacere la percentuale di sconto. In questo modo l’utente finale paga il prezzo pieno ma riceve successivamente il rimborso dell’importo corrispondente allo sconto sul prorpio conto Satispay. La funzionalità cashback permette di dare vita a un circolo virtuoso di beneficio per entrambi soggetti. Infatti gli esercenti possono fidelizzare i clienti e promuovere i prodotti, mentre gli utenti possono fruire di tariffe ridotte;

– la sezione Risparmi. Si tratta di un’area del profilo utente nel quale vengono accumulate le somme che il titolare riesce a risparmiare. Gli importi in questione provengono dai rimborsi cashback oppure dagli accantonamenti dei resti delle transazione che vengono arrotondate a cifra tonda.

Satispay conviene? Quali sono i costi?

Satispay viene apprezzata dagli utenti perché i servizi messi a disposizione dei clienti aumentano di anno in anno. Si tratta di un’applicazione gratuita per i clienti finali, mentre le commissioni vengono applicate agli esercizi commerciali se una transazione è superiore a 10 euro.

Oltre questa somma si sottrae dall’importo ricevuto un importo fisso a 20 centesimi di euro.

Satispay è una soluzione che favorisce il micropagamento e che ha ricevuto recensioni in genere positive da parte dei suoi utilizzatori. Infatti registra circa 800 nuove iscrizioni al giorno e conta oltre 340.000 utenti attivi e 44.000 esercizi convenzionati in Italia, sia e-commerce che negozi fisici.

L’unico aspetto che rappresenta una limitazione per i bisogni degli utilizzatori finali è rappresentato dal budget settimanale di massimo 200 euro. Satispay invece riceve più critiche da parte degli esercenti affiliati a causa della regolamentazione piuttosto stringente riguardante la funzionalità cashback.

Infatti la promozione dei prodotti rimane soggetta ad alcuni parametri e non si può considerare completamente libera. Comunque le condizioni contrattuali sono molto convenienti e gli svantaggi sono pochi.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Disclaimer: metanews.it è un sito web con finalità informative e didattiche ed i contenuti presenti non rappresentano ne un consiglio di investimento ne devono essere intesi come sollecito alla raccolta di pubblico risparmio. Anche eventuali strumenti finanziari presenti nel sito web sono solo a scopo informativo e didattico. Inoltre i CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in breve tempo a causa alla leva. Tra il 66 % e l'89% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD. Dovresti quindi considerare i rischi di perdita di soldi. Inoltre le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Comments (No)

Leave a Reply

Come iniziare con BitcoinScopri di più