Scroll to Top

Spiagge italiane : fino a 400 euro al giorno per lettini ed ombrelloni

By Mariagrazia Montuori / Published on sabato, 22 Lug 2017 15:40 PM / No Comments / 94 views

L’estate è finalmente arrivata ed il caldo si fa sentire. Non tutti gli italiani possono però godersi una vacanza al mare, a causa dei forti rincari degli stabilimenti balneari.

Con l’arrivo del caldo afoso, sempre più persone partono alla ricerca del refrigerio sulle coste del nostro Paese. Non tutti però potranno permettersi una vacanza al mare quest anno a causa dei rincari che, da Nord a Sud, caratterizzano gli stabilimenti balneari sulle nostre coste. In realtà le spiagge di “lusso” , che non sono alla portata del turismo di massa, ci sono sempre state. Ma questa estate 2017 sarà una estate particolarmente salata per gli italiani!

spiagge italiane care

Uno studio del Codacons ha registrato forti aumenti dei prezzi giornalieri per l’affitto di lettini ed ombrelloni, con picchi record che arrivano addirittura a sfiorare i mille euro!

Lo studio condotto dal Codacons identifica il “Twiga“, stabilimento balneare a Marina di Pietrasanta (Lucca), come lo stabilimento più caro d’Italia : per il Presidential Gazebo, che comprende due letti marocchini, tavolo centrale, quattro lettini e, su richiesta, televisione e musica, si spendono infatti mille euro al giorno! Al secondo posto della classifica degli stabilimenti italiani più costosi troviamo invece l’hotel Excelsior di Venezia, dove il costo di una capanna con due lettini, due sdraio, tavolino con quattro seggiole e tre teli da mare è di 410 euro.

Oltre al caldo record, l’estate 2017 sarà infatti anche l’estate dei “prezzi da record“! Queste le parole di Carlo Rienzi, presidente del Codacons:

 

«Il nostro studio è lo specchio delle enormi disuguaglianze sociali che caratterizzano il Paese. Da un lato è aumentato, negli anni della crisi, il numero di italiani che rinunciano alle vacanze estive, non potendosele permettere, dall’ altro abbiamo tariffe di stabilimenti balneari che, in alcuni casi, raggiungono quasi il livello di uno stipendio per una sola giornata di mare».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *