UNICEF in Francia accetta donazioni in Bitcoin

Il Fondo delle Nazioni Unite per i Bambini (UNICEF) ha iniziato a ricevere donazioni in nove principali valute digitali, tra cui Bitcoin (BTC) e Bitcoin Cash (BCH). Al momento, solo l’ufficio dell’UNICEF in Francia accetta le criptovalute.

Principali criptovalute accettate

Oltre a BTC e BCH, l’ufficio francese dell’UNICEF accetta Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Stellar (XLM), Monero (XMR), Litecoin (LTC), Dash ed EOS. Le persone che desiderano donare criptovaluta all’UNICEF in Francia possono farlo visitando il loro sito web.

Sébastien Lyon, direttore esecutivo dell’UNICEF Francia, ha commentato l’annuncio dell’organizzazione:

La criptovaluta e la tecnologia blockchain utilizzata a fini di beneficenza offrono una nuova opportunità per attirare la generosità del pubblico e continuare a sviluppare le nostre operazioni con i bambini nei paesi di intervento.

Lyon ha anche menzionato che le criptovalute e la loro tecnologia di base offrono un modo innovativo per raccogliere fondi per varie cause sociali, tuttavia attualmente non ci sono molte organizzazioni che sfruttano i loro benefici.

Il capo dell’UNICEF francese ha riconosciuto che ci sono alcune comunità che hanno iniziato la tendenza positiva di accettare donazioni di beneficenza in criptovalute. A maggio, la moschea di Shacklewell Lane nell’East London ha annunciato che avrebbe accettato donazioni in criptovaluta.

In particolare, questa non è la prima volta che l’UNICEF ha introdotto un’iniziativa legata alle valute digitali. A febbraio, l’organizzazione umanitaria con sede a New York ha avviato una raccolta fondi per aiutare i bambini in Siria, che è stata coinvolta in una violenta guerra civile dal 2011.

La campagna di raccolta fondi dell’UNICEF si chiamava “Game Chaingers” e mirava a coinvolgere i giocatori di videogiochi online nello sforzo di aiutare i bambini che soffrivano in Siria. Per partecipare all’iniziativa di beneficenza, gli utenti dovevano scaricare un’app dal sito web ufficiale dell’UNICEF.

Dopo aver installato l’app, le risorse informatiche degli utenti sono state utilizzate per estrarre Ethereum. Il programma Game Chaingers è riuscito a raccogliere 85 ETH, un valore stimato in circa $ 21.000.

A maggio, l’ufficio dell’UNICEF in Australia ha iniziato il proprio sforzo di raccolta fondi tramite il lancio di un sito Web chiamato “The HopePage”. Le persone che visitano il sito Web possono donare le proprie risorse informatiche per estrarre le criptovalute. La valuta digitale generata dall’estrazione mineraria viene quindi utilizzata per aiutare i cittadini dei paesi sottosviluppati.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO ---> CLICCA QUI Articoli Sponsorizzati Storytelling a scopo pubblicitario (Il tuo capitale è a rischio) (Il tuo capitale è a rischio) Risorse utili:

Comments (No)

Leave a Reply