Scroll to Top

Vacanza annullata? Ecco come ottenere il rimborso della caparra

By Nicoletta Fortunata Dammone Sessa / Published on domenica, 27 Ago 2017 12:43 PM / No Comments / 169 views

Nel caso in cui un viaggio venga annullato, la caparra va restituita si o no?

Interrogativo molto spesso privo di una corretta risposta. Enigma che non viene mai del tutto risolto. Sono stati diversi i casi in cui il consumatore entra in conflitto con la compagnia di viaggi. Questo perchè il consumatore vuole restituita la caparra versata.

Sembrerebbe che a fare chiarezza ci abbia pensato l’ordinanza del Tribunale di Torino. Questa durante uno dei tanti casi conflittuali ha definito i seguenti punti:

  • pagamenti in conto prezzo relativi all’acquisto di un pacchetto turistico sono considerati effettuati a titolo di caparra;
  • se a seguito di un fatto sopraggiunto non imputabile il consumatore recede dal contratto, la caparra deve essere restituita integralmente;
  • l’agenzia viaggi oltre a non poter trattenere la caparra versata dai contraenti, non ha nemmeno diritto a pretendere da loro una penale per il viaggio mancato (penale prevista nel contratto).

Molto spesso, infatti, sui contratti si trovano clausole e penali che a prima vista non vengono notate e che incastrano il consumatore. Vero è che non si può disdire un viaggio cosi facilmente. Il consumatore ha l’obbligo di dimostrare (con la più idonea documentazione) la gravità del fatto che vi costrinse a non effettuare il viaggio. Tutto ciò perchè è importante tutelare sia il consumatore che l’agenzia di viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *