500 euro extra in 50 giorni: il segreto per guadagnarli

Come guadagnare 500 euro extra in 50 giorni: troppo bello per essere vero? Assolutamente no! Ti basta seguire alcune semplici dritte.

500 euro

Tra 50 giorni tondi tondi sarà nuovamente tempo di festeggiare il Capodanno. Quasi 8 miliardi di persone daranno, ciascuno a modo loro, il benvenuto al 2022. Sarà un anno più sereno e addirittura felice? Avremo 12 mesi interi per scoprirlo, intanto andiamo a vedere come passare nei modi migliori il 31 dicembre. Chi ha un budget abbastanza limitato, finisce per chiedersi come guadagnare 500 euro extra in 50 giorni per un Capodanno a 5 stelle. Ebbene, la pillola magica, ovviamente, non esiste, tuttavia esistono varie strade attraverso cui giungere dritti alla meta.

500 euro in 50 giorni: il valore della programmazione

Partiamo da una banalità, forse, vera, senz’altro: se conduci uno stile di vita al di sopra delle tue effettive possibilità ti ritroverai in men che non si dica ad aver prosciugato interamente i tuoi risparmi o sommerso dai debiti. La regola base per avere denaro disponibile all’occorrenza è quella di accumularlo nel corso dell’anno. Insomma, la parola chiave è… programmazione. Parola troppo generica? Probabile, perciò permettici di spiegarti in maniera accurata cosa intendiamo. Una regola dalla comprovata efficacia è quella del 50-20-30.

Ebbene, la prima tranche, del 50 per cento, rimanda ai costi fissi. Ipotizziamo di guadagnare 1.500 euro al mese di stipendio: 750 vanno bloccati per le spese che sappiamo già ci toccherà sobbarcarci fino alla fine del mese. Per essere meno stringenti nei paletti, possiamo aggirarci nel range tra i 650 e gli 850 euro. L’importo servirà per permetterci di pagare fitto o mutuo e condominio, le utenze quali luce, gas e acqua. Ma anche la spesa al supermercato e l’abbonamento al cellulare a internet, ai mezzi di trasporto, al casello autostradale e così via.

In tali circostanze, l’ideale sarebbe abitare in una casa di proprietà. Difatti, potremmo cavarcela con 650 euro mensili. E una importante fetta delle spesi fisse verrebbe meno, lasciando più risorse per tutto il resto. Adesso abbiamo tra le mani il 50 per cento dello stipendio che ci tocca scindere in due ulteriori tranche. Da un lato le spese variabili, a cui destineremo il 30 per cento delle nostre entrate mensili. Sul fronte opposto, i risparmi a cui confluirà il residuo 20 per cento.

Dunque, sotto la voce delle spese variabili, inseriamo il “superfluo”: i biglietti per andare al cinema, il drink fuori con gli amici, il nuovo paio di scarpe, ecc. In pratica, abbiamo 450 euro al mese da riservarvi. Chiaramente, talvolta non saranno sufficienti 450 euro al mese, specialmente per chi ha una famiglia. Qui sarebbe complicato rientrare nei limiti. Lì, in maniera quasi sistematica, si “attinge” alla componente risparmi, che non vengono pertanto messi da parte. Oppure la coppia ha l’onere di valutare l’eventualità di un doppio stipendio o un lavoro extra.

Infine, eccoci giunti al risparmio, il 20 per cento circa del nostro stipendio (300 euro circa). Quest’ultima voce deve essere per noi una sorta di imperativo morale. Magari nel mese in cui abbiamo parecchie spese da affrontare la riduciamo al 10 o al 5 per cento se messi proprio alle strette.

Il metodo ci pareva carino raccontartelo perché, senza nemmeno sostenere eccessivi sacrifici, te la caverai brillantemente.

Stratagemmi da porre in atto

Passiamo allora a qualche espediente, il più possibile variegato, con cui cercare di racimolare 500 euro in 50 giorni:

  • vendere un oggetto che non usiamo più. Quando si pensa al mondo dell’usato, tendiamo a credere occorra avere chissà quale cimelio in cantina per raggranellare una cifra considerevole. In realtà, non è poi tanto impossibile. Può trattarsi semplicemente della mobilia che abbiamo messo in garage, un pc, dei vecchi regali ricevuti e mai usati, ecc.
  • da oggi, giovedì 11 novembre 2021, al 30 dicembre, ci sono sette fine settimane più altre due feste comandate (l’8 e il 25 dicembre). Delle finestrelle utili magari per svolgere una mansione. Si pensi al compito di aiuto sala, che può intascarsi 50 euro a turno (con o senza mance ai tavoli) e con 10 serate i 500 euro agognati si tramutano in realtà;
  • mettere 10 € fissi al giorno nel salvadanaio in porcellana e romperlo la mattina di San Silvestro;
  • unire un insieme di rinunce che in poco tempo (un mese e mezzo circa) diano modo di racimolare la cifra-target. Per esempio, disdire un inutile abbonamento alla pay-tv, un taglio netto all’uso dell’auto (con il risparmio in carburante), gli acquisti di abbigliamento, ecc.

Crescere nella propria professione

Un’altra regola da non scordare mai consiste nel crescere in professionalità sul luogo di lavoro. Certo, bisogna rimboccarsi le maniche, avere uno spirito dinamico e intraprendente. In sintesi, meglio ambire a fare il capo reparto invece del generico, il capo sala anziché il cameriere, ecc. Se, invece, siamo liberi professionisti è bene impegnarsi allo scopo di fornire beni e servizi più ricchi di valore in confronto a quelli proposti dai competitor. Il mercato (il datore di lavoro o i nostri clienti) ci remunerano in relazione al valore aggiunto che creiamo e apportiamo.

Per concludere, sveliamo due trucchi, tanto semplici quanto formidabili, agli esperti di finanza. Il primo consiste nel gestire i propri soldi, in entrata e in uscita, mediante 3 conti separati. Uno dove far confluire tutte le entrate e gestire le uscite fisse, uno per le spese variabili e l’ultimo, un conto deposito, per i risparmi. La seconda dritta è di applicabilità elementare, ciononostante in tanti non ci riescono. In buona sostanza, il giorno in cui si risparmia è il giorno stesso dell’incasso. Si definisce una percentuale (5-10-20 per cento) degli introiti e la si destina immediatamente alla voce risparmi. In molti, invece, cominciano a risparmiare verso metà o fine mese sul poco denaro rimasto in banca. Una mossa poco avveduta, frutto più di una disperata “tecnica di sopravvivenza”.

Conclusioni

Alla luce dei suggerimenti riportati in precedenza siamo convinti che non ti verrà troppo complicato racimolare 500 euro, da destinare a un piacevole Capodanno. In 50 giorni avrai messo insieme  il tesoretto bramato e lo farai con una naturalezza tale che non te ne accorgerai nemmeno. Scegli la strategia a te più congeniale e ponila in pratica!

Segui MetaNews su Google News e sii il primo a conoscere tutte le Notizie dal mondo.