Bonus 800 euro ISCRO: quanto tempo per chiedere il riesame

Nel caso in cui il primo tentativo sia andato a vuoto, ecco quanto tempo si ha per chiedere il riesame della domanda per il bonus 800 euro.

Bonus Iscro

Attraverso un messaggio ad hoc, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha reso noto che, a partire da ieri, mercoledì 22 settembre 2021, e per i 20 giorni decorrenti dalla medesima data, oppure dalla notifica del provvedimento di reiezione, se successiva, vi è l’opportunità di inoltrare domanda di riesame delle richieste del cosiddetto bonus 800 euro. L’istanza in oggetto è presentabile accedendo sempre alla sezione del sito INPS chiamata “Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa (ISCRO)”.

Bonus 800 euro ISCRO: che cos’è e a chi è rivolto

La Legge numero 178/2020 (comma 36, Legge di bilancio 2021) ha introdotto come misura di sostegno l’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO). A beneficiarne i lavoratori autonomi abituali iscritti alla Gestione separata dell’Istituto previdenziale. Il contributo è dato da un’indennità mensile inclusa tra i 250 e gli 800 euro (bonus 800 euro), a seconda delle condizioni del richiedente.

Con la circolare n. 94 del 30 giugno 2021, l’INPS ha desiderato fornire alcune puntualizzazioni sull’iter operativo da applicare per aver accesso alla somma. Tale indennità, concessa una tantum nel triennio 2021-2023, è attribuita a partire dal primo giorno seguente alla data di presentazione della domanda ed è erogata per sei mesi. La proposta occorre sottoporla all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale entro il 31 ottobre di ciascuno degli anni interessati.

L’iter operativo da osservare per accedere alla risorsa

L’INPS ha specificato, con il messaggio numero 3180 del 2021, le pratiche operative per presentare le richieste di riesame per le domande da egli stesso rifiutate. Il messaggio è accompagnato da un allegato, in cui sono riportate le possibile ragioni dietro al responso negativo.
La scadenza, da ritenersi non perentoria, per avanzare reclamo è di venti giorni.

I 20 giorni decorrono dal momento della pubblicazione del messaggio, cioè dal 22 settembre o dalla notifica del provvedimento di reiezione se successiva. Passato il termine, laddove l’interessato non abbia prodotto la documentazione necessaria ai fini del riesame, esso da considerarsi respinto in via definitiva. Ciò fatta eccezione per l’eventuale ricorso amministrativo.

Bonus 800 euro ISCRO: i passi da compiere per il riesame della domanda

Richiedere il riesame è abbastanza agevole. Entrando nella apposita sezione, bisogna selezionare ne “Le mie ultime domande” la domanda di indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa con il riepilogo delle principali informazioni. Da qui, quelle per cui l’istruttoria si è conclusa con esito negativo, è consentito fare un secondo tentativo, cliccando sul pulsante “Richiedi riesame”. In tal modo è possibile esporre le motivazioni dietro al reclamo e allegare a supporto la documentazione occorrente.