Anno bianco autonomi e professionisti: requisiti soft per chi ha iniziato nel 2019

Arrivano criteri più leggeri per l’esonero contributivo di chi ha iniziato l’attività nel 2019, vediamo cosa si prevede

Prestiti INPS pensionati

L’accertamento dei requisiti per l’accesso all’esonero contributivo avrà criteri più soft per coloro che hanno iniziato l’attività nel 2019. A chiarirlo un messaggio dell’INPS, il numero 3217 del 2021, nel quale viene chiarito che il confronto non si effettuerà sui valori assoluti 2019 e 2020 ma solo in considerazione dell’importo medio mensile dei mesi di effettiva attività.

Anno bianco contributivo

La legge di Bilancio 2021,  ha introdotto un esonero contributivo per lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni dell’INPS e alle forme previdenziali obbligatorie nel limite massimo di 3000 euro.

I requisiti per poter beneficiare dell’esonero sono molto stringenti e prevedono:

  • avere avuto nel 2019 un reddito compressivo che non superi i 50mila euro
  • aver subito un calo del fatturato nell’anno 2020 rispetto al 2019 che non sia inferiore al 33%.

Per chi ha iniziato la propria attività nel 2020 i requisiti non si applicano ma restava un dubbio per chi ha avviato la propria attività nel corso del 2019.

Se l’attività è stata avviata ad anno già iniziato il raffronto va fatto solo sulle mensilità effettivamente lavorate nel 2019 e se l’attività ha avuto inizio, ad esempio, nel mese di ottobre 2019 il confronto andrà fatto sul fatturato su base mensile del 2019 e del 2020 visto che se così non si facesse risulterebbe nel 2020 un fatturato maggiore rispetto al 2019 anche se il calo del fatturato c’è stato lo stesso.

Facciamo un esempio pratico: attività avviata ad agosto 2019 con fatturato mensile fisso di 2500 euro mensili. Da agosto a dicembre, quindi, l’attività ha fatturato 12500 euro con una media mensile, per i mesi lavorati, di 2500 euro.

Nel 2020 l’attività ha fatturato 2500 euro a gennaio  e a febbraio e poi, da marzo in poi solo 800 euro al mese fino a dicembre  per un totale di 13000 euro ma con  una media mensile dei mesi lavorati di 1080 euro. In questo caso il calo di fatturato c’è stato, se si considerasse, invece  il totale annuo non ci sarebbe.