Bonus figli di 250 euro mese: sì, ma pesa molto l’ISEE

La delega per la riforma delle tasse è in fase di decollo: bonus figli di 250 euro mese, ma pesa molto l’ISEE

Bonus figli di 250 euro

Come può il Governo Draghi aiutare le famiglie in difficoltà dopo il Covid? La delega per la riforma delle tasse è in fase di decollo: bonus figli di 250 euro mese. Parte della rivoluzione è nel decreto attuativo del Family act che dal 1° gennaio prossimo introdurrà l’assegno universale unico per i figli. 

Questo provvedimento arriva da più ministeri: per la Famiglia (guidato da Elena Bonetti) ed Economia. La palla passa al Consiglio dei ministri. I tempi? Sono stretti. Il testo dovrà andare all’esame delle commissioni parlamentari competenti per materia. Poi alla Conferenza unificata, che avranno 30 giorni di tempo per il via libera.

Draghi vuole le riforme, dietro ovvia pressione dell’UE, che ci ha prestato 200 miliardi di euro a una condizione: modificare diversi settori della nazione.

Bonus figli di 250 euro mese: come funziona

L’impianto prevede un assegno mensile fino a 180 euro per figlio minorenne. Più un aiuto ulteriore da 80-90 euro dal terzo figlio in poi. La cifra piena sarà assegnata ovviamente alle famiglie con ISEE più basso. Ricordiamo che l’ISEE è l’Indicatore della situazione economica equivalente. Diverrà la chiave per il futuro: un indicatore che tiene conto di reddito, patrimonio e delle caratteristiche di un nucleo familiare.

In buona sostanza: se sei davvero povero, hai gli aiuti. Ma quanto povero? A quanto pare la soglia ISEE per il bonus famiglia si aggira attorno ai 9.000 euro. Occhio: ribadiamo che non si parla di reddito e basta, ma di una miriade di possibili componenti.

Comunque, l’abbassamento graduale disegnato dai calcoli tecnici sarà morbido. Se cresce l’ISEE, il bonus non crolla tutto di un colpo. Fino a una coda universale che dovrebbe riconoscere 40-50 euro al mese.

Tutto perfetto, senonché il costo della vita continua a salire: da una parte hai il bonus, dall’altra il malus del gas, dell’elettricità, della benzina… La spesa per il nuovo assegno universale, comunque, sarà vicina ai 19 miliardi di euro all’anno.