Mutuo con legge 104: tutte le info per ottenerlo

Per ottenere il mutuo agevolato legge 104 è necessario rispettare tutte una serie di paletti, tra requisiti e documenti.

Legge 104

In virtù della Legge 104, le famiglie con un disabile a carico possono beneficiare di mutuo agevolato. Purché in regola con le direttive della normativa in vigore, è riconosciuta l’accensione di mutui o prestiti agevolati orientati all’acquisto della prima casa o della sua ristrutturazione. Per capire, però, nel dettaglio in cosa consistono i requisiti richiesti e quale iter seguire al fine di ottenere tale diritto, proseguite con la lettura. Vi offriremo una panoramica sulle disposizioni sancite dal legislatore italiano per godere dei vantaggi accordati ai soggetti ritenuti meritevoli di tutela.

Mutuo con legge 104: i requisiti

L’accordo sottoscritto tra l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e Cassa Depositi e Prestiti consente, mediante Legge 104, si ricevere mutui e prestiti agevolati per l’acquisto della prima abitazione o per la ristrutturazione della stessa. Ma quali sono le istruzioni da osservare? Che paletti sono stati fissati in fase di scrematura tra i cittadini? La condizione iniziale è il diritto alle agevolazioni mediche e di assistenza riferite alla Legge 104. L’intesa, essendo rivolta alle famiglie con a carico una persona affetta da disabilità, implica un requisito fondamentale. Difatti, occorre che i nuclei familiari siano composti da due genitori sposati oppure conviventi.

Chiaramente, affinché il mutuo con legge 104 venga accordato occorre esibire dei documenti, vale a dire il certificato di matrimonio o della convivenza dei coniugi. Questo è imprescindibile poiché lo Stato è tenuto ad accertare il rispetto dell’ordinamento legislativo. Anche se sarebbe indubbiamente bello vivere in un mondo dove tutti si comportano in maniera onesta, purtroppo capita spesso che qualche “furbetto” tenti di accedere a misure che non gli spetterebbe. Da qui il rigoroso iter applicato dalle istituzioni in materia.

Le modalità

Chi detiene i “titoli” richiamati in precedenza ha l’opportunità di garantirsi un Plafond Casa, che prevede l’erogazione di finanziamenti e mutui agevolati, secondo tre differenti modalità. Innanzitutto, è disponibile un finanziamento massimo di 250 mila euro per l’acquisto della prima casa. Relativamente ai tempi di restituzione, la somma attribuita sarà rimborsabile entro un limite di 30 anni.

Qualora l’ammontare serva per la ristrutturazione della prima casa il massimo percepibile è di 100 mila euro, da restituire nell’arco di 20 o 30 anni. Il corrispettivo non è attribuito indistintamente, bensì è necessario dimostrare che sarà migliorata l’efficienza energetica del fabbricato. Infine, laddove il piano sia di procedere all’acquisto della prima casa da ristrutturare e rendere più efficiente dal punto di vista energetico, il finanziamento può arrivare fino a 350 mila euro. L’opzione stabilisce tassi agevolati per dieci anni.

I documenti necessari

Per avvalersi del mutuo prima casa con Legge 104 è essenziale recarsi presso una banca convenzionata, in possesso di tre documenti chiave. Si parte con il verbale dell’Inps (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale), il quale attesti in forma scritta il diritto del disabile a servirsi del trattamento favorevole. In secondo luogo, è richiesta la certificazione dello stato di famiglia. Per concludere, va allegato il modulo per il mutuo/finanziamento, recuperabile presso gli sportali dell’istituto bancario a cui ci si rivolge. Dopodiché la procedura seguire la regolare prassi per l’erogazione dei mutui e dei prestiti bancari.