Reddito di cittadinanza arrivano 6 mesi di sussidio anticipato

Quando e come richiedere 6 mesi di sussidio in anticipo per i beneficiari del reddito di cittadinanza che vogliono mettersi in proprio.

reddito di cittadinanza

 

Il cosiddetto bonus reddito di cittadinanza è una novità assoluta che può tornare utile a quanti, tra i beneficiari de sussidio, vogliono mettersi in proprio.

In pratica, per chi prende il sussidio si aprono le porte alla possibilità di richiedere fino a 6 mesi di anticipo nell’erogazione del benefit fino ad un massimo di 780 euro al mese.

Ecco come fare, quando si può utilizzare la possibilità e perché

Reddito di cittadinanza e auto imprenditorialità

Non è una novità che l’Inps conceda benefit a determinati soggetti che decidono di mettersi in proprio uscendo fuori da un ammortizzatore sociale piuttosto che da una misura assistenziale.

Per esempio, con la Naspi c’è la possibilità di richiedere l’anticipo dell’indennità per disoccupati i unica soluzione, proprio per chi decide di mettersi in proprio. E lo stesso adesso si concede ai beneficiari del reddito di cittadinanza.

Naturalmente occorre rispettare determinate condizioni per accedere al beneficio dell’anticipo di 6 mesi di RDC.

Anticipazione Reddito di cittadinanza, cosa si può fare?

Abbiamo detto, anticipo del sussidio per chi si vuole mettere in proprio. Infatti tale facoltà e possibilità è ammessa a nuclei familiari al cui interno c’è qualcuno che

  • Avvia un’attività lavorativa autonoma;
  • Avvia una attività di impresa;
  • Apre o partecipa ad una società cooperativa.

Si possono percepire quindi, 6 mesi di anticipo fino ad un massimo di 780 euro al mese (che poi è la cifra soglia del RDC e dello stato di povertà assoluta.

 

Anticipo Reddito di cittadinanza, le condizioni da rispettare

In primo luogo occorre sottolineare che tale possibilità non è aperta a tutti i beneficiari del Reddito di cittadinanza ma solo di chi si trova nel corso dei primi 12 mesi di fruizione del benefit. Naturalmente, la richiesta del beneficio addizionale di 6 mesi in soluzione unica, può essere presentata da soggetti componenti di un nucleo familiare che ha il Reddito di cittadinanza in corso di erogazione.

La possibilità riguarda chi ha già avviato o intende farlo, una attività commerciale, sempre nei già citati primi 12 mesi di sussidio. Esclusi dalla possibilità, i soggetti che nei 12 mesi precedenti la domanda, hanno cessato un’attività lavorativa autonoma simile a quelle previste per le richieste di benefit addizionale, cioè impresa individuale, attività di lavoro autonomo o una cooperativa.