Referendum Green Pass, i 4 quesiti previsti e quando si andrebbe al voto

Avviata la raccolta firme per il referendum per l’abrogazione del Green Pass, vediamo quali sono i quesiti.

L’obbligo di Green Pass che, pian piano, si sta estendendo a tutti i lavoratori non va già a molti cittadini. Il dibattito che questa decisione scatena è enorme e proprio per questo motivo è partita una raccolta firme per chiedere un referendum popolare per abrogare la certificazione verde obbligatoria.

Il comitato promotore vanta nome di tutto rispetto che comprendono avvocati, medici, docenti e anche giornalisti.

Referendum, cos’è e chi può chiederlo

Un referendum, secondo quanto prevede la Costituzione Italiana, è una consultazione popolare che chiede il parere dei cittadini sull’abrogazione di una legge o di un atto dal valore di legge. In questo caso, quindi, introdotto da un decreto legge del governo.

Chi può richiedere il referendum? O 5 consigli regionali o 500mila elettori e la raccolta firma mira proprio ad avere il consento di 500mila elettori.

Cosa dicono i promotori?

Il Green Pass è discriminatorio e proprio per questo mira a creare schieramenti ed instilla odio sociale. Questo va distruggere le fondamenta della nostra Costituzione e proprio per questo motivo il referendum rappresenta un’ultima spiaggia per opporsi ad uno strumento di discriminazione sociale.

Quali sono i 4 quesiti del referendum?

Il referendum prevede ben 4 quesiti che sono:

Quesito n. 1«Volete che sia abrogato il DECRETO-LEGGE 22 aprile 2021, n. 52 (Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19) convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n. 87, limitatamente all’art. 9 (Certificazioni verdi COVID-19) e successive modifiche ed integrazioni?»

Quesito n. 2«Volete che sia abrogato il Decreto-Legge 23 luglio 2021, n.105, (Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche)?»

Quesito n. 3«Volete che sia abrogato il DECRETO-LEGGE 6 agosto 2021, n. 111 (Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti)?»

Quesito n. 4«Volete che sia abrogato il DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122 (Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale.)?»

Quando il voto?

L’obiettivo del comitato promotore è quello di riuscire a raccogliere entro la fine di ottobre 500mila firme. Raccolte le firme queste saranno sottoposte a verifiche e questo comporterebbe di poter andare al voto per la consultazione popolare non prima dell’aprile 2022…